Crea sito
             

GEV guardie ecologiche volontarie    |     home
strade a fondo naturale
E' regolare  un percorso effettuato con un mezzo motorizzato  perchè considerato  strada a fondo naturale?
Estrpolando un  concetto già presente nel Codice della Strada e distorcendo le motivazioni di una sentenza su un ricorso, i fuoristradisti si sentono autorizzati al transito su un qualsisi sentiero, strada , tratturo, mulattiera.
Il fatto, nasce da una sentenza  di archiviazione del TAR Ligure, rifguardante  una sanzione dovuta al transito  di un motociclista su strada sterrata, ritenenendo legittimo e non punibile il passaggio su quel tipo di tracciato, in assenza di segnaletica adeguata.
Il fatto non è stato ritenuto punibile in quanto per un buco normativo, nella legge regionale ligure non vi erano sanzioni che punivano il  transito sulle strade a fondo naturale, sentieri o tratturi per tutela ambientale.
La norma regionale , vietava infatti solo il transito al di fuori dalle cosidette strade ed invece il fatto  contestato era avvenuto su una strada  sterrata.  
Su questa base i giudici ribadirono che in assenza di altre indicazioni legislative, il concetto di strada era da riferirsi alle definizioni presenti nel CDS (codice della strada), e pertanto  eventuali contestazioni  dovevano essere effettuate  sulla  presentza di limitazioni al transito, dovute all'applicazione di tale codice.
Tutto qui? No  gli utenti motorizzati ed amanti del fuoristrada hanno costruito su questa sentenza, un concetto giurisprudenziale inesistente, e cioè che qualsiasi strada o definita tale può essere percorsa con un mezzo motorizzato, escludendo di fatto qualsiasi possibilità di limitazione dovuta alle norme regionali a  tutela del territorio,  .Stando a questa tesi un TIR potrebbe percorrere un sentiero di montagna o una qualsiasi mulattiera.
Una tesi che fomenta tanta disinformazione e che  l'Avvocato Martino Filippi di Bologna, chiarisce con delle considerazioni che spiegano quale sia la realtà, tesi che ha trovato piena conferma nella sentenza del TAR Piemonte datata 09/08/2017 N. 00965/2017.


Una recente sentenza del TAR Piemonte inoltre chiarisce che non sussite conflittualità tra la legge regionale 32/82 o leggi ambientali in genere che tendono alla salvaguardia dell'ambiente e il codice della strada, confermando quanto asserito dalle vari circolari regionali